CONOSCI I NOSTRI INSEGNANTI – SHIRLEY SHIVHON

CONOSCI I NOSTRI INSEGNANTI – SHIRLEY SHIVHON

Shirley è un’insegnante di yoga statunitense cresciuta sulle spiagge della California. Shirley, che trova la sua ispirazione nella natura e nella semplicità della vita in Toscana, è insegnante di yoga, coordinatrice di ritiri, ed adepta delle pratiche ayurvediche. La pratica quotidiana di yoga e meditazione la guidano nel lavoro come nella vita.

Shirley, come sei arrivato a conoscere lo Yoga?

Praticavo yoga quando ero piccola. Ricordo che mia zia praticava yoga e mi divertivo a ripetere le posizioni con lei. I corpi dei bambini sono flessibili e pensavo che fosse un gioco divertente mettere il mio corpo in strane posizioni come lei. Da adulta mi è sempre piaciuto il modo in cui lo yoga fa sentire sia il mio corpo che la mia mente.

Qual è il tuo approccio allo Yoga?

Il mio approccio allo yoga è vederlo come uno stile di vita onnicomprensivo e una disciplina spirituale. Lo yoga è molto più grande della pratica fisica sul nostro materassino o nello studio di yoga. Per me lo yoga è una pratica quotidiana. Cerco di applicare la saggezza dello yoga in ogni momento e in tutte le aree della mia vita. La parola YOGA significa unione e quando stiamo praticando yoga, yoga vivente, siamo in grado di sapere e vedere chiaramente che siamo collegati a qualcosa di molto più grande di noi stessi.

Cosa credi sia fondamentale nella pratica dello Yoga?

Penso che un senso di gioco o di divertimento sia fondamentale per la pratica dello yoga. Quando riusciamo a rilassare i nostri corpi e le nostre menti, a togliere il condizionamento sociale e persino a permettere a noi stessi di essere come bambini, possiamo attingere al nostro senso innato di gioia. C’è un’abbondante felicità in ognuno di noi e voglio facilitare le opportunità per i miei studenti di connettersi a quella beatitudine interiore. Alla fine tutti vogliono essere felici. La cultura occidentale ci dice che saremo felici quando compreremo quel vestito nuovo, o raggiungeremo qualcosa al di fuori di noi stessi, come l’approvazione o l’amore del nostro amante, ma quella specie di felicità è fugace. La vera felicità duratura è già dentro di noi.

Qual è la tua asana – o pratica – preferita (se ne hai una)?

La mia asana preferita è Savasana. La mia pratica di yoga è una combinazione di ashtanga vinyasa yoga, vinyasa flow, power yoga, yin, restorative e meditazione. Ho un enorme rispetto per la tradizione dello yoga e per tutte le diverse scuole. Non c’è uno yoga giusto o sbagliato secondo me, tutte le diverse scuole o approcci sono semplicemente strade che portano allo stesso posto … la gioia.

Cosa cerchi in uno studio di Yoga?

Più che altro cerco uno studio di yoga che abbia un cuore e non sia solo un luogo di business. Guardo come mi sento quando entro nello spazio e quando lo lascio. Guardo le persone che ci sono e se sono felici. Cerco comunità. Cerco un posto accogliente, in cui posso permettermi di rilassarmi, e dove sono sicura di poter essere vulnerabile sul tappetino. Cerco istruttori competenti e autentici, istruttori che praticano ciò che insegnano e insegnano ciò che praticano.

Che cosa consigli a colui o colei che approcci alla pratica Yoga per la prima volta?

Vorrei dire ad un nuovo studente che è normale essere un po ‘nervoso. Provare qualcosa di nuovo può intimidire, e presentarsi e arrivare in classe è la parte più difficile. Non devi essere molto flessibile per fare yoga, tutti possono fare yoga. Tutte le posizioni hanno più varianti e possono essere modificate per tutti i livelli per godere dei benefici della pratica. Ascolta il tuo corpo e non forzare niente. Lo yoga non è uno sport competitivo e i tuoi pari non ti guardano o ti giudicano. Per quanto riguarda la scelta delle classi, leggi le descrizioni, informati. Le lezioni di yoga sono disponibili in molte forme diverse, dallo Yin lento  alle classi dinamiche, centrate sul lavoro muscolare e sul ritmo veloce. Trova qualcosa che corrisponda a quello che stai cercando e prova alcuni stili diversi per vedere quale preferisci.

 

Scopri di più su Shirley cliccando qui